Cripta e Museo di S. Anastasio

L'intervento, progettato dall'arch. Roberto Nivolo e coordinato dal Settore Beni Culturali del Comune di Asti, con la direzione scientifica della Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici del Piemonte, ha recuperato uno spazio suggestivo che si sviluppa intorno al nucleo centrale della cripta e del sito archeologico ricco di preesistenze e di stratificazioni. Il museo si caratterizza per la sua duplice realtà di sito archeologico e di sede museale, l'uno e l'altra strettamente correlati. L'area ovest del museo mostra una ricca stratificazione di testimonianze archeologiche, la più straordinaria è la Cripta di S. Anastasio. Il nucleo più antico (XI sec.), presenta colonne e capitelli di recupero di età romana e altomedievale, mentre gli ampliamenti a est e a ovest videro l'impiego di colonne e capitelli in arenaria appositamente realizzati. Nella parte est del museo sono conservati elementi lapidei pertinenti alla chiesa di Sant’Anastasio e ad edifici civili e religiosi della città. L’arco cronologico rappresentato è compreso tra l’alto medioevo e il periodo postmedioevale. Lo Smarticket è il biglietto integrato che permette l'accesso alla Cripta e Museo di Sant'Anastasio e agli altri cinque siti della Fondazione Asti Musei; il biglietto, valido nei 7 giorni successivi alla prima convalida, è acquistabile presso Palazzo Mazzetti. Giorni di apertura: da martedì a domenica dalle ore 10 alle 19. Ultimo Ingresso alle ore 18. Chiuso il lunedì.

Indirizzo e contatti
corso Alfieri, 365/A - 14100 Asti (AT)
Telefono: +39 0141 530.403
E-mail: info@fondazioneastimusei.it

Link
https://www.fondazioneastimusei.it/