Morbelli alle Sale d'Arte

Date
dal 20 Dicembre 2019 al 01 Marzo 2020

Descrizione
L’esposizione intende rendere omaggio, nell’anniversario dei cento anni dalla sua scomparsa, ad un artista del territorio alessandrino che ha ricevuto consensi ed apprezzamenti a livello nazionale quale
protagonista della pittura di fine Ottocento ed inizio del secolo successivo: Angelo Morbelli.
Una rassegna che, pur nella sua brevità, costituisce una concreta testimonianza di quella cultura artistica di fine Ottocento, avviata, grazie alla spinta della
Rivoluzione Industriale, sulla strada della modernità alla ricerca di nuove forme espressive.
Le due opere esposte, il Goethe morente e la Siesta invernale, entrambe di proprietà della Pinacoteca di Alessandria, evidenziano un fil rouge che le collega e le rende in qualche modo omogenee, visti i temi trattati spesso presenti nelle opere dell’Artista e sostanzialmente riconducibili alla poetica morbelliana.
Alle vedute degli interni, tenebrose e pregne di un latente pessimismo, si aggiungono due figure femminili decisamente diverse, ma entrambe accomunate da una condizione di sofferenza.
Il Goethe morente (esposto per la prima volta nel 1880 a Brera e poi donato dall’Artista nel 1883 alla Città di Alessandria, in segno di riconoscenza per la borsa di studio offerta dalla Municipalità) costituisce sicuramente una tappa importante nel percorso artistico di Morbelli e rientra da una parte in quel filone della pittura di storia molto comune in quel periodo e dall’altra costituisce certamente un tributo dedicato ad una personalità che sicuramente aveva fortemente apprezzato.
Nel dipinto si concretizza l’incontro di una narrazione satura di chiari riferimenti agli studi accademici appena compiuti, con una stesura pittorica fluida ma insofferente, irrequieta, già inquinata da una latente sperimentazione.
Per quanto concerne la Siesta invernale, l’opera (che fa parte del Poema della vecchiaia, composto da sei tele ed esposto alla Biennale di Venezia nel 1903) raffigura una stanza del Pio Albergo Trivulzio di Milano, nella quale si intravvedono di schiena alcune ospiti anziane sedute. Il tema degli anziani dimenticati, dei poveri, è stato molto importante nella produzione dell’Artista, così come quello delle fanciulle sole e delle prostitute, in sostanza degli emarginati.
In entrambe le opere è protagonista, come sempre nei dipinti di Morbelli (se pur con diverse declinazioni), la ricerca e l'esplorazione dei rapporti esistenti tra il colore, la luce e lo spazio.

Informazioni
La mostra sarà visitabile dal 20 dicembre al 1 marzo, con orario:
giovedì, sabato e domenica: 15.00-19.00.
Biglietto intero: € 3,00
Biglietto ridotto: € 2,00 – da 12 anni fino a 18 anni e oltre 65 anni, studenti universitari in possesso della tessera universitaria, gruppi da un minimo di 12 persone.

L’esposizione è promossa dall'Amministrazione Comunale di Alessandria e CulturAle Costruire Insieme, con il sostegno del Gruppo Amag e – collocata nel suggestivo ambiente delle Sale d’Arte di via Machiavelli 13 appositamente allestito – è supportata da idonea pubblicazione contenente la lettura delle opere e la biografia dell’autore.

Indirizzo e contatti
via Machiavelli 13 Sale d'Arte - Alessandria

Link
http://www.asmcostruireinsieme.it/sale-darte/